un progetto di
Dalia Gallico

Paolo Grassi

Senza un pazzo come me, immodestamente un poeta dell’organizzazione...

Paolo Grassi

Senza un pazzo come me, immodestamente un poeta dell’organizzazione...

dal 26 gennaio 2019 al 24 marzo 2019

dal 26 gennaio 2019 al 24 marzo 2019

PALAZZO REALE - Piazza Duomo, 12 - 20122 Milano

Descrizione

Un personaggio come Paolo Grassi avrebbe certamente voluto scegliere personalmente il titolo di una mostra a lui dedicata: per questo motivo, senza esitazione, il curatore ha voluto usare le sue stesse parole, parole in cui si autodefinisce, parole catturate ascoltando una registrazione di tanti anni fa.In effetti solo un pazzo poteva trasformare la triste parola impresario in organizzatore e dare voce alla cultura nel modo più poetico possibile.E così, a 100 anni dalla nascita di Paolo Grassi (Milano, 30 ottobre 1919 - Londra, 14 marzo 1981), il Comune di Milano - Cultura, Palazzo Reale e Fondazione Paolo Grassi - La voce della cultura, presieduta da Davide Rampello e coordinata da Francesca Grassi, figlia di Paolo, hanno voluto celebrare questo Centenario organizzando varie attività di cui questa mostra è un elemento fondamentale.E' stata l'occasione per raccogliere l'intera ricerca sulla sua figura in archivi pubblici e privati, nei dodici anni di vita della Fondazione, e che ha già prodotto la pubblicazione di cinque volumi.Durante una carriera di quarant'anni, Paolo Grassi ha sostanziato un mestiere, quello dell'organizzatore culturale, ha creato una figura professionale che nel nostro Paese ancora non poteva dirsi individuata ed ha trovato il modo di esprimere il suo talento visionario. L'allestimento non ha voluto essere una semplice citazione: l'intento, piuttosto, è stato quello di utilizzare materiali, modalità e linguaggi del mondo del palcoscenico e quindi mezzi che fossero molto più vicini al mondo della scenografia teatrale, di una scena che deve essere montata velocemente, per poi essere smontata e partire per un'altra piazza di rappresentazione in un ciclo continuo.Con questo allestimento la mostra riesce ad essere leggera, itinerante, ma non per questo meno ricca di materiali e contenuti. Un esercizio che vuole essere di stile e di funzione, uno strumento per narrare una vicenda umana e professionale fra le più interessanti del nostro passato culturale recente.La mostra è suddivisa in cinque sezioni, anticipata da un Prologo Familiare, un percorso attraverso foto, documenti, ritratti di Paolo Grassi e di alcuni capitoli della sua vita privata. ... continua a leggere

Gallery

Le immagini più rappresentative dell'esposizione

Promotori

Palazzo Reale

Comune di Milano

Fondazione Paolo Grassi - La voce della cultura