un progetto di
Dalia Gallico

La primavera di praga

1968-69

La primavera di praga

1968-69

dal 5 giugno 2018 al 24 giugno 2018

dal 5 giugno 2018 al 24 giugno 2018

PALAZZO REALE - Piazza Duomo, 12 - 20122 Milano

Descrizione

"Prodotta interamente dalla galleria Expowall di Milano e ospitata da Palazzo Reale, La Primavera di Praga 1968 –’69 inaugurerà la Milano Photoweek il giorno 4 giugno alle ore 19 e sarà visitabile gratuitamente fino al 24 giugno insieme a Josef Sudek: La topografia delle macerie (Guerra). Praga 1945, le fotografie scattate da Josef Sudek dopo la liberazione di Praga del maggio 1945 e ristampate a seguito del restauro dei negativi della collezione dell’Istituto di Storia dell’Arte dell’Accademia delle scienze di Praga. Anche Josef Sudek: La topografia delle macerie (Guerra). Praga 1945 è prodotta da Expowall." La Primavera di Praga 1968 –’69 e Josef Sudek: La topografia delle macerie (Guerra). Praga 1945, entrambe dedicate alla città di Praga vengono presentati a Palazzo Reale con il titolo unico “Praga: da una primavera all’altra. Liberazione 1945 | Occupazione 1968”. La mostra La Primavera di Praga 1968 –’69, curata da Dana Kyndrovà e per l’Italia da Pamela Campaner, in collaborazione con la Leica Gallery di Praga, inizia il racconto dalla mattina del 21 agosto quando i carri armati dell’esercito composto dalle truppe di alcuni Stati aderenti al Patto di Varsavia (Unione Sovietica, Bulgaria, Polonia, Ungheria e Repubblica Democratica Tedesca) invasero la Cecoslovacchia spegnendo le speranze nate con le riforme attuate nei primi mesi di quello stesso anno. All’inizio del 1968, infatti, la Cecoslovacchia avviò un processo di democratizzazione non gradito al Partito comunista di Mosca che temeva la riacquisizione della piena sovranità politica del Paese e un conseguente collasso del blocco sovietico. Quello che doveva essere un avvertimento e una presenza temporanea divenne, come sappiamo, una vera e propria occupazione a cui la popolazione inerme tentò vanamente di opporsi. ... continua a leggere

Gallery

Le immagini più rappresentative dell'esposizione