un progetto di
Dalia Gallico

Hyper planes of simultaneity

Hyper planes of simultaneity

dal 14 Aprile al 1 Maggio 2016

dal 14 Aprile al 1 Maggio 2016

PALAZZO REALE - Piazza Duomo, 12 - 20122 Milano

Descrizione

Nel lavoro di Fabio Giampietro le barriere dell'arte crollano e il rapporto di continuità e simultaneità tra le tre dimensioni e il tempo diventa tangibile, anche se ancora imponderabile agli occhi dello spettatore. Il suo lavoro segna la liberazione delle forme dipinte dalla cornice classica - già ben consolidata nell'arte moderna e contemporanea italiana - che è iniziato con le teorie rivoluzionarie del Futurismo agli inizi del XIX secolo ed e' continuato nella velocità del gesto di Lucio Fontana del taglio della tela, di esplorazione dello spazio dietro e al di là di essa. Il suo lavoro fonde la tradizione della pittura alle tecnologie più innovative coniugando i piani dello spazio e del tempo, annientando la distanza contemplativa tra i sensi dello spettatore e la realtà dell'opera d'arte.
La dilatazione virtuale della pittura invita lo spettatore a vivere all'interno di confini improvvisamente esplosi, coinvolgendo tutte le esperienze psico-sensoriali.
La principale conquista di Giampietro risiede nella dimostrazione che l'opera dipinta non abbia piu' un nucleo centrale, ma presenti una disseminazione di punti di osservazione legati ai movimenti dello spettatore all'interno delle coordinate virtuali dello spazio organizzato per noi dalla mente creativa dell'artista. Per questo motivo - nel lavoro di Giampietro - ogni passo dentro l'opera segna anche il nostro viaggio all'interno gli incubi e i sogni della mente dell'artista, in modo più vivido ed attuale che mai.

Gallery

Le immagini più rappresentative dell'esposizione